I FIGLI.

I figli escono con dolore dalla porta del corpo della madre.

E’ un dolore che si dimentica subito trasformandosi in amore.

Poi crescono, giorno dopo giorno, si viaggia insieme

nello stesso habitat.

Arriva il momento che tocca aprire un’altra porta.

Madre , i tuoi figli hanno radici fatte di carne della tua carne,

ma non sono tuoi

perchè hanno anche ali grandi fatte di sogni, di vento di futuro.

I figli devono uscire, volare via, volare in alto.

Devono ancora una volta uscire da te.

Stavolta è un dolore che non si dimentica,

ma che conforta.

e di cui ci si compiace:

se volano ce l’hanno fatta.

Ce l’hanno fatta e  tu insieme a loro.

(Tosca Pagliari, 22 agosto 2019)

 

Leave a Reply